Newwave Media srl

Approfondimenti

Viaggiare in Marocco durante il coronavirus nel Mondo

Aggiornamento costante

Abbiamo iniziato a scrivere questo articolo il 26/02/2020 e verrà aggiornato fino a quando non terminerà questa "emergenza virus"

Poiché il Mondo si sta muovendo in maniera molto compulsiva, ogni Nazione prende la propria decisione, riteniamo necessario informarti sulla situazione degli ingressi degli italiani in Marocco e ci impegniamo a tenere aggiornato l’articolo fino a quando non verrà dichiarata la fine di questa “emergenza”.

Marocco – 10.7.2020 | Il Marocco ha aperto le frontiere ai marocchini residenti all’estero e agli stranieri residenti in Marocco

 

A partire dal 15/07/2020, il Marocco farà una “apertura parziale” delle frontiere, consentendo l’accesso e l’uscita ad alcune categorie di “viaggiatori” e nello specifico:

  • marocchini residenti all’estero e i loro familiari
  • marocchini bloccati all’estero / studenti
  • stranieri residenti in Marocco.

 

Per tutte queste persone, è consentito entrare in Marocco o lasciare il Paese, utilizzando esclusivamente i voli che sono stati attivati dalle Compagnie Nazionali R.A.M. (Royal Air Maroc) e Air Arabia. In alternativa, via nave, esclusivamente attraverso i Porti di Genova e Séte (in Francia).

Per entrare nel Paese, è necessario sottoporsi a tampone e test sierologico, da effettuarsi nelle 48 ore precedenti la partenza.

Arrivati in Marocco, in caso di presenza di sintomi, i viaggiatori verranno sottoposti a quarantena obbligatoria di 14 giorni, diversamente è previsto un isolamento fiduciario di 7 giorni presso la propria abitazione. È richiesta l’installazione della App di tracciamento marocchina.

 

Nel frattempo sono arrivate alcune precisazioni:

  • in alcuni Paesi africani non è possibile produrre tamponi e test e le autorità sono in trattativa
  • chi viaggia in nave, può eseguire il test durante la navigazione, con l’intesa che in caso di positività, sarà prevista la quarantena obbligatoria in struttura dedicata
  • i bambini sotto gli 11 anni non devono effettuare i test
  • i voli e i trasporti via nave, potranno essere utilizzati anche dai cittadini stranieri non residenti e che devono rientrare nelle loro case.

 

Questi i numeri delle Unità di Crisi: Le centre d’appel (+212.537. 66.33.00) et la cellule de crise (+212.666.89.11.05, +212.662.01.34.36, +212.537.67.6218).

 

Le Frontiere del Marocco restano chiuse per motivi di turismo, fino a nuovo ordine.

Marocco – 01/07/2020 | AGGIORNAMENTO FRONTIERE DAL 01/07/2020 AL 15/07/2020

 

Poiché su tutta la stampa internazionale si parla della “Lista Verde” emessa dai 27 Paesi della UE, Paesi per i quali l’Unione Europea suggerisce l’invito alla apertura dei confini extra Schengen, riteniamo doveroso precisare la situazione.

 

➡️ PREMESSA 1: Il Marocco non ha riaperto i confini, pertanto qualunque sia la decisione presa dai 27 Paesi UE, in Marocco non sarà possibile viaggiare fino a nuovo ordine.

Naturalmente siamo tutti in trepidante attesa.

 

➡️ PREMESSA 2: la lista NON È VINCOLANTE quindi ogni Stato Europeo deciderà il da farsi.

 

Per il momento giungono le seguenti notizie:

 

 l’Italia NON HA AUTORIZZATO i viaggi per turismo in area Extra Schengen, pertanto i cittadini residenti in Italia per i prossimi 15 gg potranno viaggiare per turismo solo in area Schengen e alle condizioni segnalate dai paesi ospitanti.

 

❎ la Spagna autorizzerà i viaggi in Marocco solo in presenza di RECIPROCITÀ, ma non prima del 31/07/2020 (aggiornamento del 04/07/2020)

 

❎ Germania, Repubblica Ceca, Ungheria, non autorizzano viaggi da e per il Marocco

 

❎ la Svizzera autorizza l’ingresso dei Marocchini a partire dal 20/07/2020; l’ingresso in Marocco si intenderà autorizzato dalla riapertura dei confini Marocchini.

 

 

 

Appuntamento alle prossime news e, nostro suggerimento, non prenotate ancora nulla sul breve periodo.

MAROCCO – 21.06.2020 | Allentamento delle misure di costrizione

 

  • il 24/6/2020 alcune province della Zona 2 (con maggiori restrizioni), verranno classificate in zona 1, quindi con un allentamento delle misure restrittive.

 

  • restano in Zona 2: Tangeri-Assilah, Marrakech, Larache, Khenitra.

 

  • il 25/6/2020 riprenderanno i voli interni, gli spostamenti in bus e in treno; tutti gli spostamenti saranno sottoposti a regolamenti specifici. Dalle Zone 2 non sarà possibile lasciare la provincia.

 

  • la situazione è in miglioramento (meno di 10.000 infetti da marzo, 1400 circa sono “attivi”, di questi 10 sono in Terapia Intensiva) ma è in corso un focolaio in una azienda (in una piccola località non turistica) che vede 470 lavoratori asintomatici e 10 persone con sintomi.

 

  • non è ancora stata fissata la data di Riapertura dei Confini nazionali. Non sono state fatte ipotesi.

 

  • Restano chiusi i musei, i cinema, i teatri, le piscine pubbliche; sono vietati gli assembramenti, le feste di matrimonio, gli assembramenti per i funerali; è obbligatorio indossare la mascherina (anche all’aperto); è raccomandato installare una applicazione di tracciamento sul telefono (il nome dell’applicazione marocchina è wiqaytna).

 

Marocco – 10.06.2020 | Stato di Emergenza Sanitaria in Marocco: prolungamento fino al 10/07/2020

 

Lo Stato di Emergenza Sanitaria in Marocco, a seguito del Covid19 (coronavirus) è stato prolungato fino al 10/07/2020.

Il Paese è stato suddiviso in due Zone: la Zona 1 in cui il virus è pressoché svanito e dove viene applicato un forte allentamento delle misure restrittive; a titolo di esempio, ripartiranno molte attività produttive, non servirà autorizzazione per gli spostamenti. La Zona 2 in cui ricadono città come Casablanca, Marrakech, Fes, Rabat, Tangeri, dove continuano le misure restrittive.

I confini restano chiusi, pertanto non si potrà viaggiare in Marocco fino a nuovo Decreto.

MAROCCO – 03.06.2020 | Misure di Igiene e Sicurezza Post-Covid19 in Marocco

 

Come sarà il Turismo in Marocco, quando riprenderà l’attività turistica.

 

Il 31/05/2020 il Ministero del Turismo ha finalizzato una serie di regole per il settore del Turismo e la ripresa della attività.

Ad oggi, non è ancora stata decisa la data di riapertura dei confini.

Detto questo, indichiamo alcune delle principali raccomandazioni che sono state concordate. Per un aggiornamento più approfondito, ti rimandiamo a questo articolo (in francese)

HOTEL:

– Assicurare la sanificazione di tutti gli ambienti
– Evitare la moquette; dove presente, sanificare ogni giorno
– Limitare il numero degli ospiti presenti in contemporanea per il check-in
– Controllare il personale ogni giorno (misurazione febbre)
– Il personale dovrà utilizzare la mascherina
– Favorire il check-in on-line e preferire i pagamenti elettronici

RISTORANTI

– Distanziamento dei tavoli
– Sospensione del Buffet
– Privilegiare la cucina “in casa”: pane, dolci,
– Pulizia dei filtri dell’aria condizionata
– SOSPENSIONE DELLE ATTIVITÀ musica serale, spettacoli di danza, ecc.)

PISCINE E MARE

– Distanziamento sociale (non più di 2 persone per ombrellone)

GUIDE TURISTICHE ABILITATE

– Dovranno indossare mascherina o visiera, guanti e/o igienizzante
– Far mantenere il distanziamento sociale

AGENZIE DI TRASPORTO TURISTICO

Non sono ancora state stilate le regole per il trasporto delle “Agenzie di Trasporto Turistico” (viaggi privati e di gruppo).
Ti aggiorneremo non appena avremo notizie.

Le misure sono in linea con quanto avviene nei Paesi che hanno già riaperto e l’esperienza mostra che non sono regole impossibili, solo limitazioni non particolarmente impattanti.

Marocco – 18.5.2020 | Prosegue il Lockdown fino al 10/06/2020

 

Il Governo si è riunito e nonostante diverse province risultino a zero contagi da alcuni giorni, ha deciso di prolungare il lockdown fino al 10/06/2020.

Il 23/05/2020 terminerà il Ramadan e il giorno successivo seguirà l’Aïd El Fitr (la festa della fine del digiuno); con tutta probabilità questa è la ragione del prolungamento, per evitare assembramenti famigliari.

Dal 01/06/2021 il Marocco agevolerà il rimpatrio dei marocchini bloccati all’estero mentre si stanno stringendo accordi con i vari Paesi per dar modo agli stranieri bloccati in Marocco, di rientrare alle proprie case.

Marocco – 06.5.2020 | No news covid19 per i prossimi mesi

 

Il Marocco prosegue nella sua fase di Lockdown fino al 20/05/2020; ad oggi non è chiaro se questa data deve intendersi definitiva, perché il fattore R0 che ormai abbiamo imparato a conoscere, è ancora abbastanza alto (tra 1,28 e 1,85), e fintanto che non scenderà sotto 1 non sarà possibile allentare le misure di confinamento.

Da fonti di stampa, la Royal Air Maroc non riprenderà a volare prima di Settembre 2020, questo fa pensare che i confini resteranno chiusi almeno fino al 31/08/2020.

Si tratta di ipotesi, questo è bene sottolinearlo, pertanto aggiorneremo non appena verranno comunicate informazioni più chiare.

Al momento la chiusura dei confini è fissata fino al 31/05/2020.

MAROCCO – 10.3.2020 | COVID-19. Aggiornamento

 

Le autorità locali, nella notte tra il 9 e il 10 marzo, hanno annunciato la sospensione del traffico aereo da/per l’Italia. Si raccomanda di contattare la compagnia aerea per informazioni sullo stato del proprio volo, prima di recarsi in aeroporto. Inoltre, tutti passeggeri in arrivo in Marocco dovranno compilare la cosiddetta “fiche sanitaire du passager”, un modulo in cui riportare le proprie generalità ed alcune informazioni utili al fine del monitoraggio sanitario. Inoltre, negli aeroporti di Casablanca, Marrakech, Agadir, Fes, Rabat e Tangeri e nei porti di Casablanca e Tangeri sono stati introdotti controlli termici sistematici per i passeggeri provenienti dall’Italia. Per i casi sospetti è previsto l’isolamento ed il trasferimento in strutture ospedaliere dotate di reparto idoneo. Le autorità marocchine possano adottare ulteriori controlli sanitari e termici o misure di quarantena in base alle valutazioni delle competenti autorità sanitarie locali. Per ogni necessità, si ricorda che il Governo marocchino ha attivato il numero verde 002120801004747 appositamente istituito. Si raccomanda di attenersi alle indicazioni delle autorità sanitarie locali e di consultare la pagina dedicata del sito del Ministero della Salute marocchino

Marocco – 27.2.2020 | Nessuna modifica alle direttive comunicate in data 26.02.2020 per Covid19

 

Oggi arriveranno i primi viaggiatori dopo le nuove direttive, provenienti dalla Lombardia e il Trentino Alto Adige; scopriremo subito che tipo di esperienza hanno vissuto.

Ti aggiorniamo.

Marocco – 26.2.2020 | 2° Aggiornamento Covid19

 

“Tutti i passeggeri in arrivo in Marocco dovranno compilare la cosiddetta “fiche sanitaire du passager” un modulo in cui riportare le proprie generalità ed alcune informazioni utili al fine del monitoraggio sanitario. Inoltre, negli aeroporti di Casablanca, Marrakech, agadi, Fes, Rabat e Tanger e nei porti di Casablanca e Tangeri sono stati introdotti controlli termici sistematici per i passeggeri provenienti dall’Italia. Per i casi sospetti è previsto l’isolamento ed il trasferimento in strutture ospedaliere dotate di reparto idoneo. Le autorità marocchine possono adottare ulteriori controlli sanitari e termici o misure di quarantena in base alle valutazioni delle competenti autorità sanitarie locali e di consultare la pagine dedicata del sito del Ministero della Salute Marocchino” ( (https://www.sante.gov.ma/pages/actualites.aspx?idactu=400)

Fonte: www.viaggiaresicuri.it

Marocco – 26.2.2020 | Il Marocco non ha attivato restrizioni nei confronti degli italiani che intendono visitare il Marocco

 

Riportiamo una intervista del Ministro della Salute marocchino dove spiega come il Marocco intende muoversi.

Il testo è in francese e sostanzialmente dice:

 

  • Il Marocco NON SOTTOVALUTA il rischio ma ha adottato il proprio sistema di controllo.
  • A riguardo degli italiani, il Paese confida su quanto l’Italia sta facendo e tutti i turisti, di qualunque nazionalità, devono compilare una Fiche Sanitaria.

 

La Fiche Sanitaria è in 3 lingue: arabo, inglese, francese.

 

Le domande sono le seguenti:

– le zone recentemente frequentate negli ultimi 14 gg

– comunicare tutte le proprie info personali

– comunicare lo stato di salute dei precedenti 14 giorni all’arrivo

– comunicare se si lavora in ospedale o si svolge una attività medica.

 

RISPONDI RESPONSABILMENTE: dalla nostra serietà dipende la salute altrui.

 

Raccomandiamo il SENSO CIVICO: se non stai bene, non intraprendere il viaggio; questa raccomandazione vale sempre, anche in periodi meno complicati.

 

Utilizzando questo sito web si acconsente all'utilizzo di cookies in conformità alla nostra politica sui cookies   Ok