Newwave Media srl

Il clima in Marocco

Quando visitare il Marocco

Il Clima in Marocco: alcune curiosità

 

Un’altra domanda frequente alla quale, con i cambiamenti climatici in corso che interessano anche il nostro Paese, diventa più complesso rispondere.

Per brevità, diciamo che i periodi migliori, per non soffrire le punte di caldo e di freddo, sono la primavera e l’autunno, ma il Paese è visitabile tutto l’anno.

Il Marocco è una terra di estremi, anche in termini di condizioni climatiche, proprio grazie alla conformazione del suo territorio: si passa dalle alture dell’Atlante (fino a 4000 mt) e del Rif, alle coste dell’Oceano Atlantico e del Mediterraneo, dalle vallate ricche di fiumi e palmeti al deserto del Sahara che si estende sia al confine con l’Algeria, a Nord e a Sud.

Nel nord del Paese il clima è di tipo mediterraneo, nelle zone pianeggianti gli inverni sono miti e le estati calde, le precipitazioni poco elevate; a sud il clima è continentale.

In generale però, in Marocco le precipitazioni sono piuttosto frequenti tra le seconda metà di ottobre e la prima metà di aprile e sono concentrate soprattutto nella catena dell’Atlante, molto meno nelle regioni meridionali.

Anche le nevicate sono piuttosto abbondanti sulle montagne dell’Alto Atlante durante il periodo invernale (è possibile incontrare la neve a partire dal mese di novembre, fino al mese di aprile).

Il Clima a Marrakech e nelle zone desertiche

 

Partiamo dalle regioni più frequentate:

– in primavera la temperatura inizia a scaldarsi e le vallate sono in fiore: è certamente un periodo ottimale per visitare la città o avventurarsi in un tour nel deserto;

– a maggio anche sull’Atlante cambia la temperatura ed è più piacevole il suo attraversamento;

– luglio e agosto sono i mesi più torridi, le temperature possono anche superare i 40 gradi (come in tutto il resto del Paese); l’aria condizionata di cui sono dotati i veicoli da turismo e gli hotel, consentono momenti di refrigerio;

– settembre, ottobre, novembre, così come già la primavera, rappresentano un altro periodo particolarmente piacevole per visitare il Marocco; le temperature si abbassano pur rimanendo gradevoli;

– i mesi invernali presentano più o meno la stessa situazione climatica che si può trovare nel Sud-Italia: temperature minime più rigide (in diverse zone del Paese possono scendere a Zero gradi o anche sotto Zero) e temperature diurne che non superano i 15°.

Il Clima della Costa Atlantica: da Casablanca a Rabat e più a Sud fino a Essaouira

 

Queste zone sono caratterizzate da temperature miti anche in inverno (minime sopra i 10 gradi) e massime che – tendenzialmente – anche d’estate non superano i 30 gradi.

Per questa ragione sono adatte a qualunque tipo di tour durante tutto l’anno.

La temperatura dell’acqua in estate non supera i 21 gradi in Oceano ed i 23 gradi nel Mediterraneo.

Il Clima della Costa Mediterranea

 

Quanto sopra detto vale anche per la Costa Mediterranea, da Tangeri a Saidia, con l’eccezione delle zone più interne montane, dove le temperature sono più fresche/fredde (vedi ad esempio Chefchaouen).

Fes, Meknes, Volubilis, Chefchaouen

 

Andando a Nord, nell’entroterra, le città di Fes, Meknes, Volubilis, Chefchaouen (per richiamare le più conosciute), offrono un clima molto simile a quello che è possibile incontrare a Marrakech e zone limitrofe, anche se le temperature sono leggermente più alte.

Fa eccezione Chefchaouen per via della sua posizione in montagna. È quindi più fredda in inverno e fresca in estate.

Il Clima nelle Zone meridionali ed il Sahara occidentale

 

Infine le zone meridionali ed il Sahara occidentale (da Agadir a Dakhla), caratterizzate dal clima oceanico, con inverni miti ed estati non torride e precipitazioni piovose piuttosto scarse.

Utilizzando questo sito web si acconsente all'utilizzo di cookies in conformità alla nostra politica sui cookies   Ok