Newwave Media srl

Approfondimenti

Patrimoni dell’Unesco in Marocco: quali sono?

9 obiettivi per il tuo prossimo viaggio e se non riesci a visitarli tutti ci tornerai :)

Patrimoni Unesco in Marocco: 9 siti da visitare 

 

Il Marocco non può ancora gareggiare con i Paesi che nel Mondo hanno più siti Unesco.

A primeggiare sono la Cina e l’Italia che hanno rispettivamente 55 siti; poi seguono la Spagna, la Germania e la Francia che superano i 45 siti.

 

In Marocco i siti Unesco sono 9 e sono uno più bello dell’altro, questo te lo possiamo assicurare.

Quali sono i siti Unesco in Marocco

 

A ciascun sito Unesco, abbiamo dedicato un articolo con relativa Clip su YouTube, ma in questo articolo te li vogliamo ricordare e per ciascun sito potrai approfondire.

 

Non dimenticare di iscriverti al nostro canale YouTube per non perdere nessun aggiornamento.

Pubblichiamo al massimo una volta a settimana.

 

Andiamo con l’elenco in ordine cronologico di assegnazione.

Patrimoni dell’Unesco in Marocco: Fes

 

1981: primissimo titolo, viene assegnato alla Medina di Fes per l’autenticità dell’architettura che si trova in questa grande Medina, risalente al MedioEvo; sede anche della più antica Università al Mondo. In questo articolo “Fes cosa vedere” parliamo di questo Patrimonio dell’Unesco in Marocco.

Patrimoni dell’Unesco in Marocco: Marrakech

 

1985: è la volta del secondo titolo, assegnato ad un’altra importantissima Medina, quella di Marrakech, che ha un doppio titolo, in quanto la Piazza Jemaa el Fna, ha il titolo di “patrimonio Immateriale dell’Umanità”. Il meritato titolo, è dovuto all’impressionante numero di testimonianze nell’architettura cittadina, riferita al periodo degli Almoravidi.  In questo articolo “Marrakech cosa vedere” parliamo di questo Patrimonio dell’Unesco in Marocco.

Patrimoni dell’Unesco in Marocco: Ait Ben Haddou, lo Ksar

 

1987: il terzo titolo è stato assegnato allo Ksar di Ait Ben Haddou, nella provincia di Ouarzazate. Il titolo è stato assegnato in quanto lo Ksar è rappresentativo di un tipo di abitazione tradizionale pre-sahariana. Tutte le tecniche utilizzate sono ancora riscontrabili, quindi titolo meritatissimo.  In questo articolo “Ait Ben Haddou” parliamo di questo Patrimonio dell’Unesco in Marocco.

Patrimoni dell’Unesco in Marocco: Meknes, la Medina

 

1996: dopo 9 anni, arriva il quarto titolo, assegnato alla Medina di Meknes, città imperiale. Il titolo è stato assegnato per la “grandezza” delle sue costruzioni, a partire dai suo 40 km di mura alte fino a 15 mt., considerate una testimonianza esemplare delle costruzioni fortificate del Maghreb.  In questo articolo “Meknes cosa vedere” parliamo di questo Patrimonio dell’Unesco in Marocco.

Patrimoni dell’Unesco in Marocco: Città storica di Tetouan (Titawin)

 

1997: in questo anno, sono ben 2 i siti che raggiungono questo titolo. Uno dei due viene assegnato alla Medina di Tetouan, città del Nord Marocco. Considerata un importante crocevia delle culture andalusa e araba.  In questo articolo “Tetouan la colomba bianca Patrimonio dell’Unesco” parliamo di questo Patrimonio dell’Unesco in Marocco.

Patrimoni dell’Unesco in Marocco: sito archeologico di Volubilis

 

1997: l’altro titolo è assegnato al sito archeologico di Volubilis, non lontano da Fes e Meknes. È considerato un’importante testimonianza del passaggio dei Romani nel Paese.  In questo articolo “Volubilis, Patrimonio dell’Umanità dal 1997” parliamo di questo Patrimonio dell’Unesco in Marocco.

Patrimoni dell’Unesco in Marocco: Medina di Essaouira

 

2001: un luogo tra i più amati in Marocco, Essaouira ha ricevuto questo titolo perché rappresenta uno straordinario esempio di città fortificata del XVIII secolo, di ispirazione europea. In questo articolo “Essaouira cosa vedere in un giorno” parliamo di questo Patrimonio dell’Unesco in Marocco.

Patrimoni dell’Unesco in Marocco: antica città di Mazagan (oggi El Jadida)

 

2004: penultimo titolo assegnato alla città di Mazagn, come veniva chiamata El Jadida durante l’occupazione Portoghese. Costruita per mano di un frate portoghese, le sue costruzioni sono rappresentative dell’architettura delle città fortificate portoghesi. In questo articolo “El Jadida patrimonio dell’umanità dal 2004” parliamo di questo Patrimonio dell’Unesco in Marocco.

Patrimoni dell’Unesco in Marocco: Rabat, città imperiale e capitale del Marocco

 

2012: l’ultimo tiolo in ordine cronologico, non di importanza, è stato assegnato alla città imperiale di Rabat che ha saputo mantenere un filo conduttore tra la modernità e l’architettura tipica del Maghreb.  In questo articolo “Rabat cosa vedere” parliamo di questo Patrimonio dell’Unesco in Marocco.

Gli spunti sono tantissimi per organizzare un itinerario ricchissimo!

 

Contattaci per il tuo tour privato.

Utilizzando questo sito web si acconsente all'utilizzo di cookies in conformità alla nostra politica sui cookies   Ok